CloudFire 2023: Year Preview

Per saperne di più
Vuoi approfondire qualche argomento?
Contattaci

Entusiasti e spinti da un anno sfidante e ricco di novità come il 2022, è giunto il momento di definire i buoni propositi per il 2023 e scoprire ciò che guiderà CloudFire durante i prossimi mesi. 🚀

Se hai già letto il nostro articolo Year in Review, sei già a conoscenza di ciò che ci ha indirizzato l’anno scorso; in questo articolo, vogliamo svelare le carte di ciò che saranno i prossimi obiettivi!

Idee, sviluppi, consigli e anche errori ci portano ogni giorno a metterci in discussione, ed è proprio per questo motivo che il 2023 per CloudFire sarà un anno importante e di svolta. Daremo ancora più valore a Cortex che amplierà il suo raggio d’azione, sarà naturale per questo motivo addentrarci ancor di più nel mondo Cloud Native, potenziando tutti i nostri servizi ed in particolare dando una spinta importante al nostro IaaS, puntando ancora una volta il focus sulla sicurezza.

Considerando che dinamicità e velocità di cambiamento sono all’ordine del giorno nel nostro settore, sarà difficile e decisamente sfidante raggiungere tutti i buoni propositi che leggerai tra poco; tuttavia, ci piace metterci alla prova; perciò, ecco quali sono le nostre prossime sfide:

Cortex: il Front End di CloudFire

Come anticipato poco fa, uno dei nostri obiettivi per il 2023 è mettere ancora più in risalto e soprattutto dar maggior valore a Cortex. Se già non lo conosci, in estrema sintesi, è la piattaforma attraverso cui hai accesso all’intero mondo CloudFire, i relativi servizi e know-how in modalità self-service e da cui accedi al monitoraggio dei consumi, alla fatturazione e molto altro ancora.

Cortex: Front End di CloudFire

Nel corso degli anni abbiamo sviluppato e implementato tutto ciò che trovi in Cortex; ora, tuttavia, vogliamo fare un passo. Ciò comporta che:

  • Cortex sia molto più di un semplice gestore di servizi.
    Ora assume un ruolo fondamentale per CloudFire, diventando il vero e proprio Front End della nostra essenza. I servizi sviluppati e integrati negli anni, il know-how duramente maturato, le tecnologie utilizzate che possono portare a raggiungere il nostro obiettivo, devono rispecchiare tutti il nostro mindset: accelerare l’innovazione IT con soluzioni cloud potenti e scalabili, tecnologicamente avanzate e automatizzate;
  • One-click Deploy sia il concetto alla base di ogni implementazione.
    La parola d’ordine quest’anno sarà Automation, in questo modo avrai la possibilità di agire in completa autonomia, dall’attivazione di soluzioni alla modifica delle risorse stesse;
  • Esistano caratteristiche comuni e condivise all’interno dei componenti di Cortex.
    Ciò che accomuna tutte le soluzioni che fino ad oggi scegliamo e che implementeremo nel prossimo futuro, sono fattori quali scalabilità e risorse pay-per-usage. Disporre di risorse in maniera flessibile con costi strettamente legati a tale elasticità, è una caratteristica distintiva che riteniamo indispensabile per qualsiasi tecnologia racchiusa in Cortex.

Cloud Native & Kubernetes

Cloud Native Computing e Kubernetes ad oggi sono concetti dipendenti e inseparabili. L’adozione di K8s è diventato un passaggio chiave per migrare i workload nei Cloud Pubblici e lo dimostra l’aumento esponenziale del suo utilizzo nel corso dell’ultimo anno. La scelta di Kubernetes è guidata da una serie di parametri quali il costo, la facilità di provisioning, scalabilità e sicurezza dei dati che ne consegue.

Focus su Kubernetes

Questi sono alcuni dei motivi che confermano la nostra scelta di integrare in Cortex un servizio Managed Kubernetes che ti renderà possibile:

  • Ottenere un Control Plane as a Service.
    Ciò significa avere a disposizione la componente di Kubernetes che consente di combinare servizi, region e risorse compute di qualsiasi cloud pubblico in maniera managed. Questo comporta avere una security della tua infrastruttura sempre aggiornata e gestita centralmente dal nostro team che ti permette di concentrare tempo e risorse sulla tua applicazione e non su ciò che ci sta alla base;
  • Implementare una strategia Multi Cloud.
    Ogni realtà ha le proprie logiche ed esigenze di infrastruttura: la scelta può ricadere su CloudFire o altri Cloud Provider, è proprio per questo motivo che vogliamo offrirti una serie di strumenti unificati per gestire la tua applicazione su qualsiasi fornitore cloud di cui hai bisogno. In questo modo, oltre a non limitarti nella scelta, hai l’opportunità di semplificare l’onboarding, la gestione e il billing tra diversi operatori Cloud.
  • Agganciare strumenti strettamente legati a K8s.
    Attorno a Kubernetes, infatti, sono diverse le tecnologie utilizzate: il nostro obiettivo è di fornire una serie di prodotti pre-pacchettizzati plug&play quali Argo CD, Crossplane, CNI e molti altri, utili a una gestione completa ed efficiente del mondo Cloud Native.
  • Sfruttare funzionalità di Platform Engineering andando sempre più incontro al concetto di serverless.
    Adottando un approccio di questo tipo, hai la possibilità di separare il lavoro degli sviluppatori dai nuovi Platform engineer, facilitando i primi, che concentreranno la propria attenzione sul prodotto e delegando la gestione e funzionamento dell’operatività ai secondi.

Power to IaaS

Il core business in CloudFire, sia per le esperienze che per le competenze maturate, è sempre stato il mondo relativo all’IaaS. Per questo motivo, nel corso dell’anno, apporteremo diverse implementazioni al nostro Public Cloud, tra cui:

  • Nuove region disponibili in Public Cloud.
    Avrai a disposizione un’architettura multi-region che renderà le tue applicazioni più resilienti, flessibili e conformi alle leggi sulla protezione dei dati in diversi paesi.
  • Funzionalità di Load balancing as a service.
    Per distribuire il carico del lavoro tra diverse applicazioni in modalità self-service e completamente pay-per-usage, avrai a disposizione un PaaS (Platform as a service) che ti permette di avere bilanciatori HA proxy con un sistema di security layer 7 disponibile per i vari back end.
  • Nuovi flavor HPC legati al mondo AI.
    Sono ormai anni che si parla di Intelligenza artificiale, e in questo periodo sembra essere il trend del momento. Ne è la conferma ChatGPT, l’ultima frontiera dell’intelligenza artificiale sviluppata da OpenAI che sta spopolando ovunque. Per supportare tali workload diventano necessarie architetture ad hoc, pertanto, presto troverai disponibili on demand in Public Cloud risorse computazionali HPC adatte ed efficienti per strumenti e applicazioni di AI.

Potenziamo il nostro Public Cloud

La sicurezza rimane una costante

Anche la sicurezza sarà una componente fondamentale nella strategia del 2023 di CloudFire. Oltre a dedicare attenzione a tecnologie di rilevamento e prevenzione di minacce, si focalizzerà sull’implementazione di funzionalità di gestione e controllo delle attività in Cortex.

Nello specifico, infatti, con l’obiettivo di allinearci alla compliance odierna, aggiungeremo funzionalità come l’Audit logging. Questo consente di registrare e collezionare tutte le attività svolte all’interno del portale, mantenendone un controllo completo.

Gestione e controllo attività in Cortex

Come vedi, di idee e obiettivi ambiziosi per questo 2023 ne abbiamo, ora dobbiamo solo raggiungerli e siamo pronti per farlo! ☁️🔥