Una partnership di valore: il caso EasyTech

Logo EasyTech
Per saperne di più
Vuoi approfondire qualche argomento?
Contattaci

Overview

EasyTech è un’azienda IT con sede a Parma, il cui core business è quello di proporsi al cliente come partner in grado di seguire e gestire l’intera infrastruttura IT, ottimizzando e proponendo investimenti mirati all’evoluzione, alla crescita e al miglioramento dei processi informatici aziendali.

Il primo approccio tra EasyTech e CloudFire risale ad un paio di anni fa grazie ad Acronis. Con quello che inizialmente era nato come un semplice rapporto di acquisto di un servizio, fino ad evolversi in una vera e propria partnership piena di progetti condivisi, spunti di miglioramento ed opportunità.  

In questo case study ripercorriamo insieme quali sono stati i primi passi di questo derby al contrario (n.d.r. per chi non lo sapesse Reggio Emilia e Parma sono storiche avversarie, soprattutto a livello calcistico) e scopriamo insieme quali sono le prospettive e attese future di questa, ad oggi vincente, collaborazione.

EasyTech - Manuele Landini, CEO

Quando abbiamo conosciuto Roberto, Giulia e il suo team ci sono sembrati smart e vicini alle nostre esigenze di supporto, assistenza e con una volontà di costruire una vera e propria partnership. Dopo le prime esperienze, abbiamo iniziato a scoprire gli altri servizi, adottando CloudFire come punto centrale per l’erogazione di tutte le nostre soluzioni in cloud.

CloudFire - Giulia Trinceri, Account Manager

Lavoravo da qualche mese in CloudFire, e da poco ero entrata nel settore IT, quando ho conosciuto Manuele e Fabio. Ero stata colpita molto positivamente dalla loro energia e dalla loro voglia di esplorare. Questo mi ha spinta a credere molto in questa partnership ed a volerli coinvolgere quando si presentavano nuove soluzioni per chiedere il loro parere ed avere un confronto. Come noi, anche loro hanno uno sguardo verso le innovazioni, condividiamo la stessa "fame" di nuovi sistemi e soluzioni che ci porta ad essere sempre proiettati oltre la comfort zone di ciò che si usa già. Proprio grazie a questa loro propensione sono diventati i nostri "alleati" nelle sfide che ci poniamo e li coinvolgiamo spesso e molto volentieri.

Business Challenge

Il caso Confesercenti Parma

Le prime sfide affrontate insieme riguardavano principalmente piccole macchine virtuali da migrare in Cloud. Una volta preso il ritmo, siamo passati a quelle più complesse.

Una delle migrazioni più recenti ed impegnative è sicuramente quella del cliente Confesercenti Parma.

Poiché l’infrastruttura, inizialmente hostata su un altro Cloud Provider, risultava piuttosto complessa in quanto c'erano VM con sistemi operativi, sia Linux che Windows, estremamente datati, alcuni dei quali non potevano essere upgradati per particolari configurazioni e release dei software ormai obsoleti. Ciò causava non poche complicazioni e rallentamenti. Insomma, era una bella sfida!

Migrazione dati in Cloud

Il primo approccio per capire come gestire la migrazione è stato di studiarne congiuntamente la fattibilità ed avviare un ambiente di test in cui fare le verifiche sull'affidabilità dei sistemi sulla nuova infrastruttura. Terminati i test con esito positivo, qui l'abbiamo semplificata ma ci abbiamo lavorato per settimane per trovare la soluzione che ottimizzasse le performance e garantisse la sicurezza degli applicativi, siamo passati all'ambiente di produzione superando insieme gli ostacoli che ci si erano presentati.

Da quel momento, afferma Manuele, abbiamo notato un'ottica comune. Il nostro rapporto non era semplicemente “faccio un lavoro e mi paghi l’assistenza”. In CloudFire hanno percepito che se riuscivamo a risolvere il problema insieme ne guadagnavamo entrambi. La filosofia principale che ci accomuna è la crescita reciproca, il win-win. Questo valore ha fatto diventare sempre più forte la nostra partnership”.

Il caso EasyTech

Come anticipato, la partnership nata che è cresciuta nel tempo e tutt’ora continua ad evolversi, è una collaborazione graduale che nel percorso è avanzata per gradi. Permettendoci di conoscere meglio le realtà e di accrescere la fiducia reciproca.  

Il Partnership Program di CloudFire, nasce proprio con lo scopo di conoscere a fondo i propri partner, dai quali attingere suggerimenti per poter proporre loro le migliori soluzioni IT in grado di anticipare le necessità del mercato e di conseguenza di soddisfare le problematiche IT che affliggono i clienti finali. Con EasyTech lo scopo del Partnership Program è stato centrato appieno con un processo naturale e trasparente.  

Un esempio concreto di crescita bilaterale è stato sicuramente l’introduzione del White Label dei servizi CloudFire, che fino all’inizio di questa collaborazione non era previsto.  

Confrontandoci con Manuele, che ci ha illustrato quanto fosse importante poter far trasparire la propria identità attraverso la profilazione dei servizi, abbiamo introdotto la possibilità di brandizzare il portale Cortex. EasyTech, infatti si distingue per la customizzazione a livello grafico e di branding dei propri servizi che li rendono estremamente riconoscibili.

Ovviamente, EasyTech è stato il primo partner a testare la nuova funzionalità di brandizzazione del portale e successivamente anche di personalizzazione dell’URL.

Partner Portal CloudFire brandizzato EasyTech

Futuri Progetti in sinergia

Finora abbiamo parlato di ciò che abbiamo realizzato (vi abbiamo fatto un “breve” riassunto) ora però vogliamo darvi una breve anticipazione di alcuni ambiziosi progetti che abbiamo in “cantiere”.  

Il primo riguarda il servizio EasyMail Store Cloud, un servizio erogato con il software di Mailstore su un’infrastruttura virtuale in cloud (CloudFire): attivata, gestita e mantenuta da EasyTech. L’idea è di implementare questa soluzione As a Service nel Marketplace di Cortex.  Il lavoro sarà equamente ripartito e vedrà CloudFire occuparsi dell’integrazione con le API e il portale, mentre EasyTech gestire tutta la parte software. Tale soluzione raggiungerà tutti gli utenti iscritti a Cortex, ampliando il bacino di clienti di EasyTech e, allo stesso tempo, arricchirà di CloudFire con un nuovo prodotto semplice e sicuro.

La seconda anticipazione che vi facciamo riguarda Autotask PSA e l’integrazione con Fatture in Cloud. Dopo una prima analisi di fattibilità, abbiamo convenuto che fosse possibile non sono realizzare l’integrazione ma anche renderla scalabile. Pertanto, la realizzazione del progetto aprirà un ulteriore scenario con l’opportunità di pubblicare la soluzione sul Marketplace di Fatture in Cloud.

Caso CloudFire e EasyTech

Conclusione

Sia per CloudFire che per EasyTech questi anni di collaborazione hanno trovato concretezza nei progetti e servizi creati, con trasparenza e rispetto reciproco. Potenzialmente siamo due realtà che potrebbero essere concorrenti sotto alcuni aspetti, tuttavia questo scambio di skills, fiducia e chiarezza ci ha portato a confrontarci ed ascoltarci reciprocamente. Il risultato è evidente da quanto vi abbiamo esposto, siamo entrambe cresciute sia a livello esperienziale che di offerta raggiungendo due target differenti dello stesso settore.  

Tutte queste sono caratteristiche alla base di una partnership vincente che fino ad oggi ha funzionato molto bene e che ci auguriamo che duri a lungo.

Una partnership di valore: il caso EasyTech

Logo EasyTech
Contenuti
Condividi

Overview

EasyTech è un’azienda IT con sede a Parma, il cui core business è quello di proporsi al cliente come partner in grado di seguire e gestire l’intera infrastruttura IT, ottimizzando e proponendo investimenti mirati all’evoluzione, alla crescita e al miglioramento dei processi informatici aziendali.

Il primo approccio tra EasyTech e CloudFire risale ad un paio di anni fa grazie ad Acronis. Con quello che inizialmente era nato come un semplice rapporto di acquisto di un servizio, fino ad evolversi in una vera e propria partnership piena di progetti condivisi, spunti di miglioramento ed opportunità.  

In questo case study ripercorriamo insieme quali sono stati i primi passi di questo derby al contrario (n.d.r. per chi non lo sapesse Reggio Emilia e Parma sono storiche avversarie, soprattutto a livello calcistico) e scopriamo insieme quali sono le prospettive e attese future di questa, ad oggi vincente, collaborazione.

EasyTech - Manuele Landini, CEO

Quando abbiamo conosciuto Roberto, Giulia e il suo team ci sono sembrati smart e vicini alle nostre esigenze di supporto, assistenza e con una volontà di costruire una vera e propria partnership. Dopo le prime esperienze, abbiamo iniziato a scoprire gli altri servizi, adottando CloudFire come punto centrale per l’erogazione di tutte le nostre soluzioni in cloud.

CloudFire - Giulia Trinceri, Account Manager

Lavoravo da qualche mese in CloudFire, e da poco ero entrata nel settore IT, quando ho conosciuto Manuele e Fabio. Ero stata colpita molto positivamente dalla loro energia e dalla loro voglia di esplorare. Questo mi ha spinta a credere molto in questa partnership ed a volerli coinvolgere quando si presentavano nuove soluzioni per chiedere il loro parere ed avere un confronto. Come noi, anche loro hanno uno sguardo verso le innovazioni, condividiamo la stessa "fame" di nuovi sistemi e soluzioni che ci porta ad essere sempre proiettati oltre la comfort zone di ciò che si usa già. Proprio grazie a questa loro propensione sono diventati i nostri "alleati" nelle sfide che ci poniamo e li coinvolgiamo spesso e molto volentieri.

Business Challenge

Il caso Confesercenti Parma

Le prime sfide affrontate insieme riguardavano principalmente piccole macchine virtuali da migrare in Cloud. Una volta preso il ritmo, siamo passati a quelle più complesse.

Una delle migrazioni più recenti ed impegnative è sicuramente quella del cliente Confesercenti Parma.

Poiché l’infrastruttura, inizialmente hostata su un altro Cloud Provider, risultava piuttosto complessa in quanto c'erano VM con sistemi operativi, sia Linux che Windows, estremamente datati, alcuni dei quali non potevano essere upgradati per particolari configurazioni e release dei software ormai obsoleti. Ciò causava non poche complicazioni e rallentamenti. Insomma, era una bella sfida!

Migrazione dati in Cloud

Il primo approccio per capire come gestire la migrazione è stato di studiarne congiuntamente la fattibilità ed avviare un ambiente di test in cui fare le verifiche sull'affidabilità dei sistemi sulla nuova infrastruttura. Terminati i test con esito positivo, qui l'abbiamo semplificata ma ci abbiamo lavorato per settimane per trovare la soluzione che ottimizzasse le performance e garantisse la sicurezza degli applicativi, siamo passati all'ambiente di produzione superando insieme gli ostacoli che ci si erano presentati.

Da quel momento, afferma Manuele, abbiamo notato un'ottica comune. Il nostro rapporto non era semplicemente “faccio un lavoro e mi paghi l’assistenza”. In CloudFire hanno percepito che se riuscivamo a risolvere il problema insieme ne guadagnavamo entrambi. La filosofia principale che ci accomuna è la crescita reciproca, il win-win. Questo valore ha fatto diventare sempre più forte la nostra partnership”.

Il caso EasyTech

Come anticipato, la partnership nata che è cresciuta nel tempo e tutt’ora continua ad evolversi, è una collaborazione graduale che nel percorso è avanzata per gradi. Permettendoci di conoscere meglio le realtà e di accrescere la fiducia reciproca.  

Il Partnership Program di CloudFire, nasce proprio con lo scopo di conoscere a fondo i propri partner, dai quali attingere suggerimenti per poter proporre loro le migliori soluzioni IT in grado di anticipare le necessità del mercato e di conseguenza di soddisfare le problematiche IT che affliggono i clienti finali. Con EasyTech lo scopo del Partnership Program è stato centrato appieno con un processo naturale e trasparente.  

Un esempio concreto di crescita bilaterale è stato sicuramente l’introduzione del White Label dei servizi CloudFire, che fino all’inizio di questa collaborazione non era previsto.  

Confrontandoci con Manuele, che ci ha illustrato quanto fosse importante poter far trasparire la propria identità attraverso la profilazione dei servizi, abbiamo introdotto la possibilità di brandizzare il portale Cortex. EasyTech, infatti si distingue per la customizzazione a livello grafico e di branding dei propri servizi che li rendono estremamente riconoscibili.

Ovviamente, EasyTech è stato il primo partner a testare la nuova funzionalità di brandizzazione del portale e successivamente anche di personalizzazione dell’URL.

Partner Portal CloudFire brandizzato EasyTech

Futuri Progetti in sinergia

Finora abbiamo parlato di ciò che abbiamo realizzato (vi abbiamo fatto un “breve” riassunto) ora però vogliamo darvi una breve anticipazione di alcuni ambiziosi progetti che abbiamo in “cantiere”.  

Il primo riguarda il servizio EasyMail Store Cloud, un servizio erogato con il software di Mailstore su un’infrastruttura virtuale in cloud (CloudFire): attivata, gestita e mantenuta da EasyTech. L’idea è di implementare questa soluzione As a Service nel Marketplace di Cortex.  Il lavoro sarà equamente ripartito e vedrà CloudFire occuparsi dell’integrazione con le API e il portale, mentre EasyTech gestire tutta la parte software. Tale soluzione raggiungerà tutti gli utenti iscritti a Cortex, ampliando il bacino di clienti di EasyTech e, allo stesso tempo, arricchirà di CloudFire con un nuovo prodotto semplice e sicuro.

La seconda anticipazione che vi facciamo riguarda Autotask PSA e l’integrazione con Fatture in Cloud. Dopo una prima analisi di fattibilità, abbiamo convenuto che fosse possibile non sono realizzare l’integrazione ma anche renderla scalabile. Pertanto, la realizzazione del progetto aprirà un ulteriore scenario con l’opportunità di pubblicare la soluzione sul Marketplace di Fatture in Cloud.

Caso CloudFire e EasyTech

Conclusione

Sia per CloudFire che per EasyTech questi anni di collaborazione hanno trovato concretezza nei progetti e servizi creati, con trasparenza e rispetto reciproco. Potenzialmente siamo due realtà che potrebbero essere concorrenti sotto alcuni aspetti, tuttavia questo scambio di skills, fiducia e chiarezza ci ha portato a confrontarci ed ascoltarci reciprocamente. Il risultato è evidente da quanto vi abbiamo esposto, siamo entrambe cresciute sia a livello esperienziale che di offerta raggiungendo due target differenti dello stesso settore.  

Tutte queste sono caratteristiche alla base di una partnership vincente che fino ad oggi ha funzionato molto bene e che ci auguriamo che duri a lungo.

Potrebbe interessarti anche